Tuesday 23 April 2019

 

La definizione del sole 24 Ore di Job Rotation è la seguente “La Job Rotation p una strategia aziendale, adottata soprattutto da grandi imprese, che prevede la possibilità di spostare periodicamente i dipendenti in diversi settori evitando l'assegnazione di mansioni predeterminate. La rotazione consente di conoscere le varie fasi del processo produttivo aziendale nell'ottica di una visione globale dei problemi che si possono manifestare, a livello di relazioni umane e a livello operativo”.

Secondo l’ Università delle Persone è molto di più.

La job rotation è una strategia di management la quale mediante lo spostamento verticale ed orizzontale dei lavoratori in una organizzazione permette di:

  •   Scoprire e sviluppare il talento
  •   Riqualificare il personale
  •   Garantire la possibilità di esprimersi.

I processi efficienti in azienda sono quelli in grado di trasformare la materia prima disponibile, le persone, nel miglior lavoratore possibile che esse possono diventare. Diversamente da quanto avviene nelle scuole, dove si tende a far progredire solo chi ottiene risultati in linea con quelli previsti dai programmi ministeriali lasciando indietro gli altri, il successo di una organizzazione dipende dalla capacità che essa ha di riconoscere e far esprimere le risorse e potenzialità di tutti i lavoratori in essa presenti. La job rotation, una mentalità orientata all'innovazione (per esempio mediante l’impiego di smart office) ed una attenzione e formazione ad un buon clima aziendale, sono alcune tra le strategie per raggiungere il vantaggio competitivo dell’impresa come testimoniano le esperienze di Philip Morris e di Rabobank.

Bologna 2 dicembre 2016 Convegno sulla Job Rotation di Università delle Persone

Published in Blog & Notizie
Thursday, 01 December 2016 00:00

La Job Rotation (convegno)

 

Il giorno venerdì 2 dicembre 2017 avrà luogo alle ore 17,00/19,00 un incontro sul tema “La Job Rotation”, presso la sede di Emilbanca Via dei Trattati Comunitari, 19 ­ Bologna. L¹intervento introduttivo sarà fatto da
Mauro Sirani Fornasini Amministratore Delegato della Philips Morris development and manufacturing, Bologna, sui seguenti quattro punti:

 

1) la Job Rotation vista come vantaggio competitivo dell'impresa.
2) la Job Rotation vista come possibilità e capacità d'esprimersi.
3) la Job Rotation vista come opportunità per identificare e sviluppare il
talento delle persone.
4) la Job Rotation per la continua riqualificazione del personale

 

Seguirà un intervento di Hans Rood, Manager della divisione Business Project Management della Rabobank, Utrecht ­ Niederland. Seguirà una discussione coordinata da Enzo Spaltro, Università delle Persone Bologna.

Eventi di UP per il 2017 
Per info: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
segreteria UP: Isabella Margheri 334-1313827


Eventi di UP per il 2017 
Per info: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
segreteria UP: Isabella Margheri 334-1313827

Published in Blog & Notizie
Thursday, 22 December 2016 00:00

Buone Feste da Università delle Persone

Lo staff di Università delle Persone coglie l'occasione per agurare buone feste di Natale ed un felice anno nuovo.

Eventi di UP per il 2017
 
Per info:
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.   
segreteria UP: 334-1313827

Published in Blog & Notizie
Tuesday, 25 October 2016 15:25

3° Convegno d'Autunno

3° Convegno d'Autunno 
ARGELATO (BOLOGNA)
c/° Emilbanca, venerdì 18 novembre 2016 - h. 10.00/18.00

 

Carissimi, a nome dell'Università delle persone, abbiamo il piacere di invitarti a partecipare a questo convegno, che ha un tema che abbiamo scelto per chiarirci reciprocamente le idee sul rischio ed i molteplici significati che l'idea di rischio contribuisce a creare. Alleghiamo un programma sommario del convegno ed una poesìa che speriamo contribuisca a creare un clima in cui vorremmo che questo convegno si svolgesse Con queste speranze ti aspettiamo ad Argelato.
Questi sono i testi: il resto a voce.
Grazie e cordialità

Enzo Spaltro, Isabella Covili, Mauro Sirani, Aurelio Luglio 

RISCHIO E PERICOLO

COSA SI INTENDE PER RISCHIO E PERICOLO
PER CERTEZZA E SICUREZZA
PER SAFETY E PER SECURITY
PER RISCHIO LAVORATIVO E RISCHIO IMPRENDITORIALE
TRA RISCHIO DI VENDETTA E RISCHIO DI PERDONO
TRA PRESENTE E FUTURO

Rischiare oggi è una nuova forma umana di vita.
Quella cioè delle risorse abbondanti sottoutilizzate.
Sinora ha prevalso la sicurezza, quella cioè delle risorse scarse e sovrautilizzate.
La cultura bellica ha sempre  creato scarsità e bisogni di sicurezza.
Su cui impostare il dominio. Confondendo il rischio soggettivo col pericolo obbiettivo.
La cultura successiva, quella delle connessioni, sta creando abbondanza e desiderio di rischio.
La cultura connettiva cerca valori abbondanti tentando di utilizzare i desideri dei cittadini.
Il rischio e la sicurezza non sono più considerati oggettivi come sembrava nella’cultura delle guerre.
La psicologia si sta affermando sempre più come il lato soggettivo dell’attuale forma umana di vita.
Emerge una gamma sempre maggiore  di rischio e di sicurezza per gli uomini.
Una volta gli uomini inseguivano ogni forma di sicurezza.
Oggi invece inseguono ogni forma di rischio: persino il gioco, che tende a sostituire il mito.
Con il solito incerto equilibrio tra soggettività ed oggettività.
Chi prevarrà nel parallelismo tra oggettività e soggettività, tra sicurezza e rischio?
Come questi concetti antichi possono servire oggi?
Il futuro non è così scontato come sembrava nella cultura monovalente dellle guerre.
Oggi una cultura polivalente permette futuri inattesi spesso contraddittori.
In Italia oggi esiste una forbice tra i valori di benessere della popolazione media
e quelli di quasi quattro milione di poveri. La forbice i questi due valori è in aumento.
Con queste tendenze occorre sviluppare  ed incrementare la cittadinanza dei soggetti
e permettere un desiderio di rischio maggiore rispetto al bisogno i sicurezza.
Così si può aumentare il bisogno di benessere presente  e cambiarlo  in desiderio di bellessere futuro.
E conseguentemente in maggiore  partecipazione dei cittadini allo sviluppo del loro paese.
Questa nuova forma di rischio può modificare l’equilibrio tra capitale e lavoro.
Perchè questa nuova cultura di rischi multipli, svariati e calcolati 
 può regolare una migliore soddisfazione dei desideri nella cultura connettiva delle relazioni.
Può portare le maggioranze, abituate a una mentalità bellica ad imparare una mentalità connettiva.
E a rischiare non per un gioco individualistico, ma per una costruzione collettiva del futuro.
Rischio quindi non come ingordigia monarchica, ma come orizzonte temporale multiplo.
Come pluralismo democratico crescente sotto un crescente sentimento di parità.
Nei campi più vari del lavoro, della salute, dell’apprendimento, della ricerca e dell’economia.
Chiarirsi le idee tra certezza e sicurezza, tra safety e security, e tra rischio e pericolo.

Presso l’Emillbanca di  Argelato (Bologna) avverrà una discussione aperta ed animata sugli argomenti sopra menzionati.

Sono stati invitati a partecipare:

Claudia Music, Sindaco e i suoi collaboratori di Argelato
Isabella Covili presidente Associazione Italiana Direzione del Personale, Bologna
Mauro Sirani, Amministratore delegato Philips Morris  Development and Manifacturing, Bologna
Sara Fusco, Presidente  FPE Forlinpopoli, FC
Rosanna Gallo, Eutropia, Milano
Daniele Tartarini, Cosulente di psicologia del lavoro, Bologna
Beppe Sivelli, psicodrammatista, Parma
Giampaolo Lai, psicoterapista, Milano
Giorgio Delmare,Presidente Methodos Milano
Vito Volpe, Presidente ISMO,Milano
Giorgio Sangiorgi, docente Psicologia del lavoro, Università di Cagliari

Si prega di confermare la propria presenza alla segreteria di UP: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
segreteria UP: Isabella Margheri 334-1313827

Published in Blog & Notizie
Wednesday, 12 October 2016 00:00

Appuntamenti di Ottobre

Cara amico/a,
ho il piacere di invitarti alla Scommessa n° 30 in occasione dell’uscita del n°177 della rivista Psicologia & Lavoro sul tema delle Connessioni.

Psicologia e Lavoro propone di esplorare le trasformazioni delle persone, dei poteri e delle relazioni nel corso del terzo millennio, affrontando la transizione dalla persona greco-romana dei guerrieri a quella soggettiva dei connettori.  La gente ha per secoli ritenuto di poter raggiungere il benessere solo passando attraverso la sofferenza e quindi le guerre. Oggi ci confrontiamo invece con una società dove il benessere è possibile, una società caratterizzata da concetti nuovi come soggettività, pluralità, complessità e questo conduce inevitabilmente a pensare ad un futuro nuovo non solo da scoprire, ma che non esiste ancora e quindi da inventare. Un futuro così umano, soggettivo, implica tuttavia confrontarsi con la cultura del rischio, il salto nel buio.

La Scommessa n°30 si terrà presso Emilbanca il giorno 20 ottobre dalle ore 17.00  alle ore 19.00

Sono stati invitati ad intervenire nella discussione:

Enzo Spaltro , “ Le Persone e l’idea di dichiarazione del rischio”;  “Il futuro della persona, la persona del futuro”
Pino Rovitto, “Metamorfosi”
Simonetta Simoni “La conoscenza sensibile delle connessioni”
Paola Baldassari, “ La formula più struggente della fisica quantistica (δ + m) Ψ = 0”
Gianfranco Cicotto “Valutare il benessere psicosociale delle persone tra matematica e norme giuridiche”
Luisa Pogliana “Lavorare con, non per mezzo di”
Beppe Feltrin - Curatore editoriale

Vi preghiamo di confermare la Vostra partecipazione scrivendo a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.  o contattando il numero 334-1313827

Con l’occasione Vi annunciamo che il Convegno d’Autunno 2016 si terrà il giorno 18 novembre presso Emilbanca di Argelato.

Enzo Spaltro 
Isabella Covili Faggioli

segreteria UP: Isabella Margheri 334-1313827

Published in Blog & Notizie
Monday, 19 September 2016 00:00

Appuntamenti di Settembre

Carissimi,
vi segnalo la Scommessa del 29 settembre presso Emilbanca (via Trattati Comunitari) ore 17,30 che sarà inerente al tema del Perdono proseguendo il workshop del 24 settembre 2016 a Bologna all'interno del VIII°  FESTIVAL FRANCESCANO.
Siete invitati a partecipare ad entrambi gli eventi.

Sabato 24 settembre workshop sulla psicologia del perdono a  BOLOGNA VIII° FESTIVAL FRANCESCANO. 

ll tema di questa ottava edizione di Festival Francescano è il perdono. Il Festival tenterà di attualizzarne il significato affrontando questioni che riguardano tutti. Perdonare gli altri e sé stessi, "fare i conti" con la storia personale e del proprio popolo, dialogare con chi crede in un altro dio o con chi non crede affatto. Cercheremo di capire come costruire relazioni non dettate solo dalla conta dei pro e dei contro, ma di dare anche un altro significato ai torti ricevuti e arrecati, trovando un senso più grande e accogliente. Spazio dunque alla soggettività, alla delimitazione della vendetta, alla comprensione dei problemi più vasti come la giustizia, le carceri, la miseria, l'aggressività, la guerra e le relazioni tra le persone. Soggettività e spiritualità come temi centrali del perdonare come base del benessere e del bellessere. Nell'ambito di questo festival il professor Enzo Spaltro tenterà di animare due workshop di discussione libera. 

Di seguito il programma:

ORE 10.00 ­/ 12.00 PIAZZA GALVANI - BOLOGNA

Il perdono nell'era delle connessioni: scuola, giustizia, politica, conflitto, religione, genere. Workshop psicologico a cura di Enzo Spaltro, psicologo. Con partecipazioni spontanee o programmate. Su prenotazione

ORE 15.00  ­ 18.00 PIAZZA GALVANI - BOLOGNA

Il perdono dalla guerra alla pace dai guerrieri ai connettori : persone/relazioni, idee/associazioni, cambiamenti/poteri, oggetti/dipendenze a cura di Enzo Spaltro, psicologo. Con partecipazioni spontanee o programmate su prenotazione.

Chiunque desideri partecipare alla discussione con un intervento (durata massima 10 minuti) è pregato di rivolgere una richiesta scritta prima dell'inizio di ogni workshop. Come animatore tenterò di dare la parola a tutte le richieste. Mezz'ora prima della fine del tempo previsto per ogni workshop verrà data la parola al pubblico, ma solo se ci si è precedentemente prenotati. La prenotazione è molto semplice: basta scrivere su un pezzo di carta (ma solo prenotandosi prima dell¹inizio del work shop), anche se si desidera entrare nella discussione all'ultimo momento. Tenete presente che non occorre preparare nulla in anticipo. Il numero massimo è di 25 patecipanti per ogni workshop.  Per prenotarsi basta scrivere:

COGNOME -NOME -INDIRIZZO POSTALE-EMAIL - TELEFONO CELLULARE- TEMA DEL  WORKSHOP- TEMA  DELL¹INTERVENTO -FIRMA

RIEPILOGO

- Sabato 24 settembre workshop sulla psicologia del perdono a  BOLOGNA VIII° FESTIVAL FRANCESCANO.Per partecipare occorre iscriversi a uno o ad entrambi gli workshop direttamente dal sito www.festivalfrancescano.it  Oppure direttamente il giorno sabato 24 presso il desk informativo in piazza galvani prima dell'inizio del workshop.

- Giovedi 29 settembre Scommessa sul tema del Perdono ore 17,30 presso Emilbanca Via Trattati Comunitari. Per partecipare alla scommessa occorre confermare la Vostra partecipazione alla mail This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.   

Cordialmente, Enzo Spaltro

segreteria UP: Isabella Margheri 334-1313827

Published in Blog & Notizie
Wednesday, 01 June 2016 00:00

Il Tempo nella Scienza e nella Vita

IL TEMPO NELLA SCIENZA E NELLA VITA

 

Il futuro non lo si prevede, ma lo si crea: non lo si scopre, come avviene per il passato, ma lo si inventa, essendo una soggettività.
Gli uomini preferiscono il passato, fuggono dal presente e cercano di prevedere il futuro, pur coscienti che senza di loro non potrà esistere.
A poco a poco, alla pluralità dello spazio sta seguendo quella del tempo; dalla frontiera spaziale (bellica) si sta passando al confine temporale (connettivo). Il tempo, descritto dai fisici come quarta dimensione, si triplica producendo un diverso dispositivo mentale, corrispondente ad una pluralità dello spazio: alle tre dimensioni spaziali (altezza, larghezza e profondità), se ne aggiungono tre temporali (passato, presente e futuro). Ciò rende affascinante l’imprevedibilità del futuro, ma ne aumenta la capacità d’inventiva. Gli uomini lo sanno e possono quindi tagliare la durata del tempo a loro piacimento; la pluralità dei fusi orari e dei calendari lo dimostra, ma la forza di gravità suggerisce prudenza, in quanto ipotizza un’idea di tempo legata ad una dimensione obiettiva che trascende (e comprende) sia le variabili spaziali che quelle temporali, ridando energia all’isola dell’oggettività in mezzo al mare della soggettività.
Gli uomini sono dunque consci del fatto che il futuro sia inventabile, ma non sanno come.
L’idea di spazio infinito si sta lentamente trasformando in spazio finito e perciò percorribile; occorre però creare modelli interpretativi differenti da quelli attuali che ci condannano ad un’impotenza “universale”. Nella nuova era delle connessioni, in cui stiamo entrando più rapidamente del previsto, si sta formando un mondo di relazioni (connessioni tra persone), di associazioni (connessioni tra idee) e di cambiamenti (connessioni tra poteri) che richiedono un nuovo vocabolario ed una diversa dinamica tra dispositivi mentali ed artefatti sociali, indispensabili per utilizzare le nuove risorse oggi disponibili.

Published in Blog & Notizie
Monday, 30 May 2016 00:00

Appuntamenti di Giugno Luglio

La Fondazione Enzo Spaltro ha il piacere di invitarti alle prossime attività della nostra Associazione UP, Università delle Persone:

Mercoledì 8 giugno 2016  dalle ore 14,30 alle ore 18,30 - presso Confartigianato – Via Papini 18 – Bologna

Dibattito sulla ”FIDUCIA”  

ho invitato a partecipere: 
Pino Rovitto – Giorgio Sangiorgi – Paola Baldassarri – Simonetta Simoni – Aldo Canonici
A questo tema è dedicato il n° 176 della rivista Psicologia & Lavoro che sarà discusso in questa occasione

Martedì 28 giugno 2016 alle ore 17,00 presso Emilbanca – Via Trattati Comunitari Europei – Bologna – “Sala Montale”

SCOMMESSA N° 24 – Presentazione del libro “UN FUTURO BELLO” di Enzo Spaltro

Martedì 5 luglio 2016 – Bergamo - dalle ore 11 alle ore 15 

visita ROBUR 

Con l’occasione vi ricordiamoo di controllare la tua iscrizione all’Associazione UP, Università delle Persone che si occupa di problemi del benessere e del bellessere.
Per avere maggiori dettagli ti prego di rivolgerti alla segreteria nella persona di Isabella Margheri, cell. 334/1313827 o scrivere a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

MODULO DI ISCRIZIONE


Published in Blog & Notizie

 

Il giorno 20 maggio 2016 dalle ore 14,00 alle ore 18,00 presso Emilbanca - Via Trattati Comunitari europei (Bologna), avrà luogo una porta-incontro riservata ai soci dedicata a: 

La formazione sulla sicurezza e i comportamenti sicuri.
La formazione in materia di sicurezza sul lavoro.
La relazione tra comunicazione, ruoli e infortuni sul lavoro
Test: diagnosi della potenzialità di miglioramento dell’efficacia delle pratiche di prevenzione
Analisi e costruzione del significato dei risultati
Test: Pericoli Rilevati nell’Organizzazione
Analisi e costruzione del significato dei risultati
La creazione del patto psicologico per il miglioramento dell’efficacia dei comportamenti organizzativi.

MODULO DI ISCRIZIONE

Rimaniamo a tua disposizione per qualunque informazione puoi chiamare il numero 347/1721134 o scrivere a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Published in Blog & Notizie
Page 1 of 3

Notizie Blog